• Storia e paesaggio
    Arte e
    Storia
  • Il cielo d'oltrepo
    Il cielo
    d'Oltrepò
  • Attrattività e sport
    Natura
    e Sport
  • benessere e relax
    Terme
    e Benessere
  • Vino
    Cantine
    Storiche
  • Gusto e sapori
    Gusto
    e sapori
  • Dormire
    Accoglienza

GUSTO E SAPORI

 

 

 

 

 

 

Oltrepò pavese: una tavola ricca di sapori intensi da riscoprire

 

Il Bel Paese è rinomato per la bontà e la ricchezza della sua cucina legata al territorio, declinata secondo un’ampia varietà di abbinamenti enogastronomici, motivo di vanto che distingue le nostre tavole in tutto il mondo.

Anche la cucina dell’Oltrepò Pavese si mette in mostra per le sue eccellenze alimentari: il salame di Varzi DOP e la micca di Stradella e di Montesegale aprono il pasto sulle nostre tavole e accompagnano i molti prodotti caseari artigianali (il Nisso di Menconìco, il Pizzocorno, le formaggette di Cima Colletta, la Molana del Brallo, la Stafforella), il cui sapore è spesso esaltato dall'abbinamento alle numerose varietà di miele.

 

Il connubio di prodotti genuini provenienti dalle campagne nostrane ha generato piatti dal sapore deciso le cui ricette tramandate di generazione in generazione campeggiano sulle tavole dell’Oltrepò: gli agnolotti di brasato e le lasagne al ragù di Vaglìca sono primi piatti che vantano il marchio Deco, attribuito anche alla mostarda e alla cipolla dorata di Voghera. Un altro importante prodotto vogherese è il celebre peperone che è oggetto di riscoperta e rivalutazione, assieme alla patata quarantina dell’alta Val Staffora.

 

Le nostre terre sono ricche di selvaggina -lepri, cinghiali, pernici, fagiani- che rendono molto varia la scelta dei secondi piatti (carni arrosto, alla cacciatora, in salmì, stufate con il vino). Ottimi i bolliti accompagnati dalla mostarda, dalla salsa verde, dal bagnetto di peperone o dai pomodori verdi sott’aceto e dall’immancabile cicoria, che abbonda nelle nostre campagne.

Due secondi piatti tradizionali sono la gallina ripiena (un tempo tutte le famiglie allevavano almeno uno o due polli per l’autosostentamento) e lo stoccafisso in umido con le cipolle o con la salsa verde.

 

I sapori delle pietanze sono ulteriormente esaltati dall'abbinamento ai vini dell’Oltrepò che da sempre accompagnano anche le merende a base di cacciatorini o di salame tradizionale, di pancetta, lardo o coppa.

 

Tra i frutti si segnalano le ciliegie, i cui alberi fioriti colorano vallate e pendii, le pesche vellutate e profumatissime, le prugne e le susine (nuove e antiche) e le castagne dei boschi dell'alta collina che offrono anche diversi tipi di funghi, tra cui spiccano i boleti (tra cui primeggia l'ottimo porcino), i delicatissimi ovuli e i preziosi tartufi bianchi e neri. Tante le varietà di mele, tra cui l'antica, profumata e croccante pomella genovese.

 

Il marchio di qualità è attribuito anche a dolci come la Torta di Mandorle di Varzi e i Brasadè (ciambelle) di Staghiglione (Borgo Priolo) e di Broni, la Zuppa Vogherese e lo Stracchino di Voghera.


immagine newsletter

PER RIMANERE AGGIORNATO SU
EVENTI, SCONTI, PROMOZIONI
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Associazione Albergatori Oltrepò
  • Consorzio Tutela Vini Oltrepò Pavese
  • Terme di Salice
  • Terme di Rivanazzano Terme
  • Terme President
  • Osservatorio Astronomico G. Giacomotti